martedì, 22 Giugno 2021
Home In Evidenza Nodo di Portogruaro. Varo del cavalcavia

Nodo di Portogruaro. Varo del cavalcavia

Sessanta metri di lunghezza, 19,80 di larghezza, 510 tonnellate di peso: sono i numeri che caratterizzano la campata centrale del nuovo cavalcavia del Nodo di Portogruaro, l’opera “regina” del primo sub lotto del secondo lotto della terza corsia della A4. Il varo è atteso nella notte tra sabato 15 maggio e domenica 16, ma le operazioni per alzare – con l’utilizzo di supporti, chiamati torri d’appoggio – la carpenteria metallica del gigantesco manufatto (posizionato ora all’esterno dell’autostrada) sono iniziate già nella mattinata di mercoledì. Durante il cantiere notturno programmato da Autovie Venete la campata verrà trasportata dai carrelloni all’interno dell’autostrada – chiusa al traffico per l’occasione – e calata sulle pile. Una volta completato (nei prossimi mesi) il nuovo cavalcavia del Nodo di Portogruaro sarà lungo più del doppio rispetto a quello attuale (103 metri rispetto ai 46 attuali), largo quasi 20 metri (rispetto ai 15 attuali) e poggerà su tre travi.

La chiusura autostradale e gli altri lavori      

Il cantiere programmato nel weekend prevede numerose lavorazioni e per questo motivo richiederà la chiusura dell’autostrada A4 dalle ore 18,00 di sabato 15 maggio alle ore 10,00 di domenica 16 nel tratto San Donà di Piave a Latisana in direzione Trieste e nel tratto Latisana – Nodo di Portogruaro in direzione Venezia. La decisione di far uscire il traffico proveniente da Venezia al casello di San Donà è dettata dal fatto che San Stino non è in grado di supportare la capacità dei transiti previsti a quell’orario in base al numero di piste a disposizione. Durante la notte è previsto anche il getto della soletta (il piano d’appoggio) del cavalcavia di Casermette (operazione analoga si era svolta alcune settimane fa per il cavalcavia di Teglio – Fratta). Martedì era stato gettato il calcestruzzo sulle campate di riva e sabato notte 120 metri di analogo materiale verranno versati sulla campata centrale. Le maestranze saranno poi impegnate nello spostamento e nella posa dei new jersey ai margini dell’allacciamento A4/A28. Altri lavori, infine, riguarderanno l’area di Fratta Sud (direzione Trieste) dove verrà pavimentata e aperta la nuova corsia di decelerazione

Lavori da riprogrammare a causa del maltempo  

La pioggia caduta in questi giorni ha, purtroppo, fatto slittare alcuni  interventi di manutenzione della pavimentazione. Le asfaltature vengono programmate in primavera con l’innalzamento delle temperature ma fino adesso il maltempo non ha concesso tregua e ha costretto Autovie a rinviare alcune operazioni che interessavano la rampa di San Donà (provenienza Trieste) e l’innesto dalla rotatoria della strada regionale 251 di Portogruaro alla A28 in direzione Conegliano. Verrà riprogrammata anche la chiusura della direttrice Udine – Venezia prevista per questo weekend nel Nodo di Palmanova, dove prosegue – a intervalli a causa della pioggia – la stesa dell’asfalto drenante, atto finale del primo sub lotto del quarto lotto della terza corsia

 

 

Lascia una replica

Inserisci il tuo commento!
Per piacere insierisci qui il tuo nome

Gli articoli più recenti: