mercoledì, 14 Aprile 2021
Home In Evidenza Il piano invernale di Autovie

Il piano invernale di Autovie

Autovie Venete aumenta la flotta di spargisale e lame spazzaneve per incrementare i passaggi dei mezzi nel tratto di terza corsia di nuova realizzazione (Alvisopoli – Gonars) e garantire interventi più tempestivi su tutta la rete autostradale. Sono 144 (comprensivi anche di autobotti, vomere e fresa) i macchinari a disposizione della Concessionaria: 4 spargisale in più rispetto allo scorso anno (1 per la tratta Portogruaro – Latisana e 3 montati su mezzi aziendali) e tre treni di lame in ulteriore aggiunta che serviranno a “coprire” la A28, la A4 e la A23. E’ già scattato – dal 15 novembre – il piano invernale di Autovie Venete, pronto a entrare nel vivo in caso di emergenza. L’organizzazione di Autovie, nell’ambito dei servizi manutentivi, comprende uno staff di 14 responsabili operativi che coordinano le operazioni di spargimento e sgombero neve a cui si aggiungono 33 assistenti di tratta, che presidiano i posti di neve e controllano l’andamento delle attività in corso. Un piano che è una sorta di network in grado di mettere in rete tutto il personale grazie all’utilizzo di software e specifiche strumentazioni per la raccolta tempestiva delle informazioni meteorologiche e la loro elaborazione. Una piattaforma meteo – dove vengono curate le previsioni e le proiezioni del tempo – e la presenza sulla rete di 11 postazioni di rilevamento meteo che rilevano le condizioni atmosferiche, oltre ad altre 7 montati sugli autoveicoli, consentono di poter lanciare immediatamente alcuni dati (condizione, aderenza temperatura, umidità, percentuale di ghiaccio e punto di rugiada del manto stradale) ai responsabili operativi, presenti nella sala radio di Palmanova. Da qui, grazie a un software elaborato e ampliato nel corso degli anni dai tecnici e dagli informatici della Concessionaria, partono i messaggi di avviso con cui viene preallertata e poi convocata la flotta dei mezzi a disposizione di Autovie. Ma non solo; nel corso delle operazioni di sgombero neve e pulizia del manto stradale dal ghiaccio l’“occhio elettronico” della Concessionaria è sempre in grado di conoscere la posizione dei mezzi e il carico di sale gettato a terra grazie al sistema di georeferenziazione e di trasmissione dati installati su di essi e di poter quindi indirizzare il loro intervento sulla tratta autostradale dove sono presenti maggiori difficoltà. L’approvvigionamento del sale viene effettuato dai 19 silos dislocati nei 10 “punti neve” in cui vengono concentrati mezzi e impianti distribuiti lungo la rete. A disposizione ci sono anche 39 vasche e 3 cisterne riempite di cloruro di calcio, sostanza che consente di far aderire e agire maggiormente il sale sul manto stradale e di sciogliere velocemente le lastre di ghiaccio più resistenti. In attuazione del “Protocollo operativo per la regolamentazione della circolazione dei veicoli pesanti in autostrada in presenza di neve” la Concessionaria ha individuato poi cinque tratte di “accumulo”, dove vengono fermati i tir in caso di emergenza neve (Meolo – Allacciamento A4/A57, Meolo – San Donà di Piave, Udine Sud – Udine Nord, Gradisca – Autoporto di Gorizia e Farra d’Isonzo – Villesse) e due aree di “selezione” per deviare i veicoli con massa a pieno carico superiori alle 7,5 tonnellate (Palmanova – Allacciamento A4/A34 e Barriera Trieste – Lisert). Per poter viaggiare in sicurezza ed essere sempre al corrente di eventuali emergenze Autovie ha attivato una serie di canali di comunicazione in modo da poter raggiungere la clientela: attraverso il sito www.infoviaggiando.it e l’apposita App “InfoViaggiando”, twitter la pagina facebook di Autovie i notiziari radiofonici, il numero verde 800996099 del centro informativo “Viaggiando” e gli infopoint telematici dislocati nelle aree di servizio (Gonars Nord e Sud, Bazzera Sud, Calstorta Nord, Fratta Nord e Sud, Duino Nord e Brugnera Sud) e nei centri assistenza clienti di Venezia Est sulla A57 e di Latisana, Palmanova e Duino Sud sulla A4.

 

Lascia una replica

Inserisci il tuo commento!
Per piacere insierisci qui il tuo nome

Gli articoli più recenti: