martedì, 27 Ottobre 2020
Home In Evidenza Meno code ai caselli con i piazzalisti

Meno code ai caselli con i piazzalisti

Muniti di bandierine arancioni indirizzano il traffico verso le piste dei caselli meno intasate dai veicoli, riducendo le code. Il loro compito principale è, infatti, quello di evitare gli ingorghi e rendere la vita più facile ai vacanzieri, svolgendo talvolta anche il ruolo di “mediatori”. Calmano gli utenti meno tolleranti, forniscono consigli e informazioni, sdrammatizzano eventuali conflitti. Sono i “piazzalisti”, figure che svolgono il servizio di assistenza all’utenza nei piazzali, appunto, di entrata e uscita dei caselli sulla rete di Autovie Venete durante i week end estivi quando la concentrazione del traffico è massima. Da due anni la Concessionaria ha esternalizzato questa funzione affidandola alla Gsa (Gruppo Servizio Associati Spa), società multiservizi leader a livello europeo nei servizi antincendio, fire engineering, gestione emergenze a alta formazione con direzione generale a Feletto Umberto (Ud).

Il servizio

Piazzalisti alle piste dei caselli indirizzano il traffico
© Foto Petrussi

“Il nostro servizio è caratterizzato dalla massima flessibilità – afferma Luca Gabriele, responsabile della direzione operativa di Gsa – perché entriamo in servizio nei momenti di picco del traffico e ci spostiamo rapidamente da un casello all’altro a seconda della necessità stabilite dal Centro Radio Informativo di Autovie con il quale i nostri capiservizio sono sempre in contatto”. “Nulla è mai lasciato al caso – precisa Gabriele – perché ci organizziamo in base alle previsioni sullo sviluppo del traffico del sabato e della domenica che ci fornisce la direzione esercizio di Autovie”. Le persone impegnate vanno dalle 5 alle 20 unità che operano durante la fascia oraria 8 -17 “un arco temporale che può prolungarsi, se necessario – puntualizza – anche dopo il tramonto, caso nel quale vengono utilizzati appositi segnali luminosi”. Presidi fissi dei piazzalisti sono il casello di Trieste-Lisert – perché attraverso questa barriera transita il flusso di traffico da e verso la Slovenia e la Croazia; Latisana (per Lignano e Bibione) e San Donà (direzione outlet e Jesolo), Udine sud (direzione nodo di Palmanova), San Stino di Livenza (per il traffico diretto a Caorle) e, all’occorrenza, Duino (per la riduzione di parcheggi a causa dei lavori in corso nell’area di servizio)

La formazione

Sono due gli ambiti di formazione obbligatori per chi svolge questo lavoro: uno sulla sicurezza in autostrada di cui si occupa Autovie Venete, l’altro sulla “mediazione”. E’ indispensabile, infatti, non solo evitare di farsi coinvolgere dagli “automobilisti arrabbiati” ma bisogna essere in grado di gestirli evitando i conflitti. Come si suol dire sembra facile ma non è, come conferma il caposervizio Paolo Baldassi. “Caldo e necessità di mantenere sempre alta la soglia di attenzione sono già di per sé fonte di stress – ammette – e la soglia di tolleranza tende a ridursi. Eppure mantenere l’aplomb è fondamentale soprattutto quando l’interlocutore è aggressivo. Per evitare degenerazioni dobbiamo trasmettere calma e sicurezza, soprattutto quando magari scoppia un litigio fra due automobilisti. Non capita spesso però capita”. Baldassi non si è mai trovato di fronte a situazioni particolarmente delicate, ma qualche volta l’insulto vola prima ancora che l’operatore abbia la possibilità di fornire una spiegazione al perché c’è la coda o a motivare la chiusura di un casello e la conseguente deviazione sulla viabilità alternativa. “Si impara, si impara – conclude sorridendo – e poi devo dire che le piccole strategie utilizzate tornano utili anche nella quotidianità”.

 

Lascia una replica

Inserisci il tuo commento!
Per piacere insierisci qui il tuo nome

Gli articoli più recenti:

Cavalcavia Teglio-Fratta. Un varo “innovativo”

Novità assoluta, nell'ambito dei lavori della terza corsia lungo la A4 Venezia-Trieste, dove tecnici e maestranze...

Sulla rete di Autovie, due importanti ritrovamenti archeologici

Due importanti ritrovamenti archeologici durante i lavori sulla rete autostradale di Autovie Venete. Sulla A34, Villesse-Gorizia...

Assistenza h24 per avaria e incidenti

Disponibili 365 giorni all’anno, 24 ore su 24, pronte a scattare all’occorrenza “già con le attrezzature...

Tra ufficio e cantiere. Vita da ispettrici

Espressione concentrata, occhi puntati su una pila di verbali da redigere e schede da compilare in...