martedì, 22 Giugno 2021
Home Curiosità Donne al volante

Donne al volante

Le donne, nel Bel Paese, rappresentano il 51,5% della popolazione e sono intestati a loro il 46,12% dei veicoli. La Valle d’Aosta è la regione con la percentuale più alta: 6 auto su 10 sono intestate a donne (58,10%). Subito dopo c’è l’Umbria (53,11%) seguita dal Friuli Venezia Giulia (51,15%) e dal Lazio (51,06%). Nel centro Italia si registra una situazione di quasi parità: il 50,92% nelle Marche, il 50,43% in Toscana e il 50,41% in Emilia Romagna.
In altre regioni italiane invece le percentuali sono più basse, come in Veneto (48,32%) e, in particolare, nel sud: in Campania (39,55%) e in Puglia (36,09%). I dati sono stati elaborati dal sito facile.it (https://www.facile.it/), specializzato nel confronto di polizze assicurative. E a proposito di polizze, la “RC auto”, ovvero l’assicurazione per la responsabilità civile, sta vivendo una curiosa evoluzione, per quanto riguarda il mondo femminile. Fino a poco tempo fa, le polizze sottoscritte dalle donne, presentavano condizioni più favorevoli. Sui  parametri presi in considerazione dalle compagnie per calcolare i premi, infatti, rientrava anche il sesso dell’intestatario della polizza. Nel 2012, una sentenza della Corte di Giustizia Europea dichiarò inapplicabile questo genere di differenziazione che venne così eliminata. Eppure un suo fondamento lo aveva, tanto che contribuiva a sfatare l’antico (e ben radicato) detto: “donna al volante pericolo costante”.  Le neopatentate, infatti, erano molto più prudenti rispetto ai ragazzi e, fino all’età di 19 anni causavano il 25% di incidenti in meno. C’è da dire che fra i 30 e i 33 anni la differenza si riduceva al 9% arrivando al sorpasso dopo i 40 anni, quando i sinistri denunciati dalle donne sono più numerosi rispetto a quelli denunciati dai maschi. Ma c’è un ma… “in realtà – precisa il sito – in quanto titolari del contratto di assicurazione spetta a loro denunciare l’incidente, che però spesso vede, alla guida dell’auto, il figlio. In famiglia, chi presta l’auto di solito? Ma la mamma, è ovvio”. 

 

Lascia una replica

Inserisci il tuo commento!
Per piacere insierisci qui il tuo nome

Gli articoli più recenti: