lunedì, 21 Settembre 2020
Home Attualità Sicurezza Sì, viaggiare

Sì, viaggiare

Gli spostamenti in auto, anche sulle lunghe distanze, sono belli perché consentono di scoprire il territorio. Un territorio che, nel caso dell’Italia (definito il Belpaese non per caso) è davvero ricco di località interessanti dal punto di vista storico, naturalistico, culturale. Fino a qualche anno fa, le località cosiddette “minori” erano frequentate da un flusso turistico di nicchia, a caccia di atmosfere tranquille e di luoghi poco affollati, dove la lentezza è risorsa. Caratteristiche oggi sempre più apprezzate, che stanno incrementando gli arrivi anche nelle città meno conosciute. Per far conoscere e apprezzare li innumerevoli e incantevoli luoghi del Veneto e del Friuli Venezia Giulia, Autovie Venete ha da tempo avviato un progetto di valorizzazione del territorio attraversato dalla rete autostradale che punta proprio a promuovere le eccellenze della zona. Primo step del progetto la pubblicazione delle guide “OltreCasello” un vademecum in formato pocket , scaricabile gratuitamente dal sito della Concessionaria (www.autovie.it), sia in formato digitale sia stampabile che ha riscontrato un notevole gradimento fra gli utenti. Il passaggio successivo è stata la realizzazione di cartelloni da installare in tratti definiti dell’autostrada, contenenti un messaggio che mette in luce le peculiarità delle diverse aree geografiche Fino a qualche anno fa, la normativa non consentiva l’installazione di cartellonistica in autostrada, ma le recenti modifiche al Codice della Strada hanno introdotto questa possibilità, dettando però limiti ben precisi: i colori, infatti, devono essere “abbassati” per risultare non troppo brillanti e le scritte devono sottostare a determinate dimensioni, così come tutto il lay out. Limiti che grazie alle molteplici possibilità offerte dalla moderna grafica non penalizzano eccessivamente le immagini, consentendo di coniugare in modo equilibrato estetica e rispetto delle norme. I cartelli, complessivamente sono dieci, cinque posizionati in Veneto e cinque in Friuli Venezia Giulia e riguardano Jesolo, Caorle, Bibione, e Dolomiti Venete, il Collio, Aquileia, Lignano, le Dolomiti friulane e Palmanova

 

Lascia una replica

Inserisci il tuo commento!
Per piacere insierisci qui il tuo nome

Gli articoli più recenti:

L’assessore Pizzimenti visita il terzo lotto della terza corsia

L’assessore regionale alle infrastrutture e ai trasporti Graziano Pizzimenti ha effettuato questa mattina un sopralluogo al...

L’autotrasportatore “speciale”

Sangue freddo, attenzione e grande capacità organizzativa: sono i caratteri distintivi degli autisti che guidano i...

Terza corsia. Come tutelare la fauna

Monitorare la fauna richiede molta flessibilità: è la natura infatti a dettare tempi e regole e...

La gestione ambientale della terza corsia

Può un naturalista avere a che fare con l’autostrada? La risposta è: certamente sì! Perché flora...