mercoledì, 21 Ottobre 2020
Home In Evidenza Centauri responsabili

Centauri responsabili

La moto, ancora non la possono guidare, vista l’età, ma i primi rudimenti di “guida
sicura sulle due ruote”, sicuramente sì. E quindi, visto che i centauri
responsabili diventano tali se cominciano a imparare fin da piccoli,
l’iniziativa proposta dal MotoClub Trieste, all’interno della manifestazione
che ne celebra i 110 anni di attività è perfetta. Il docente che ha saputo
catturare l’attenzione di  centodieci bambini (dai 6 ai 10 anni) riuniti nel Salone degli Incanti, a Trieste, dove è stata allestita la mostra di bolidi a due ruote, è Franco Damiani, presidente
onorario del Motoclub. Grazie a un tracciato in miniatura ricostruito
all’esterno dell’edificio e con l’ausilio di una bicicletta, i ragazzini hanno
potuto assistere ai comportamenti virtuosi che devono sempre essere adottati
sulla strada. Pochi, ma chiari e quindi semplici da assimilare i  “messaggi” ? che sicuramente gli ambasciatori riferiranno ai più grandi (e questo è sicuramente uno degli obiettivi “sotto
traccia”), che vanno dal non usare il cellulare quando ci si trova sulla
strada, quindi né in bici né in moto, né in auto, fino alle modalità Non poteva
mancare, considerato il “brand” della Mostra, una prova pratica degli
istruttori, effettuata con un motorino. Tema: lo spazio di frenata. Svolgimento:
il motorino è stato bloccato usando entrambi i freni (corretto utilizzo degli
stessi), e il punto di frenata è stato segnando sul terreno. E’ stato poi
chiesto ai bambini di indicare dove, secondo loro, si sarebbe arrestato il
motorino se la frenata fosse stata effettuata con un solo freno, cosa da
evitare se possibile. Sorpresa generale: la frenata “sbagliata” è andata molto
oltre il punto da loro ipotizzato. Conclusione: lo spazio per l’arresto di una
moto in sicurezza varia a seconda della modalità di frenata. Soddisfattissimi i
ragazzi (e anche i formatori, ovviamente, fra i qualiera presente anche Flavio Zamò,
referente di educazione stradale della Federazione Motociclistica regionale, )
che, al termine della lezione avrebbero volentieri ricominciato da capo.

Lascia una replica

Inserisci il tuo commento!
Per piacere insierisci qui il tuo nome

Gli articoli più recenti:

Sulla rete di Autovie, due importanti ritrovamenti archeologici

Due importanti ritrovamenti archeologici durante i lavori sulla rete autostradale di Autovie Venete. Sulla A34, Villesse-Gorizia...

Assistenza h24 per avaria e incidenti

Disponibili 365 giorni all’anno, 24 ore su 24, pronte a scattare all’occorrenza “già con le attrezzature...

Tra ufficio e cantiere. Vita da ispettrici

Espressione concentrata, occhi puntati su una pila di verbali da redigere e schede da compilare in...

Formazione made in Autovie per i futuri ausiliari della viabilità

Quando entrano in servizio nuovi ausiliari della viabilità, il percorso di formazione viene organizzato internamente per...