martedì, 18 Maggio 2021
Home Speciali Piano Finanziario di Autovie Venete. Semaforo verde dal Cipe

Piano Finanziario di Autovie Venete. Semaforo verde dal Cipe

Via libera al nuovo Piano Finanziario di Autovie Venete dal Cipe ( il Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) piano sul quale si baseranno tutti gli interventi futuri e quelli in corso di realizzazione. Per la presidente della Regione Friuli Venezia Giulia e Commissario straordinario per la terza corsia in A4 Debora Serracchiani “aver scongiurato aumenti annui dei pedaggi pari al 13%, che avrebbero portato a un raddoppio degli stessi dal 2011 al 2017, e aver contribuito a cambiare condizioni tecnicamente difficili da realizzare e socialmente insostenibili, è un punto che va evidenziato. Siamo riusciti a trovare un equilibrio finanziario che porta a concorrere lo Stato in maniera determinante e non scarica sugli utenti dell’autostrada la gran parte dei costi”. Da metà 2013 a oggi sono stati reperiti contributi dello Stato pari a 160 milioni di euro, è stato aumentato il prestito con la Cassa Depositi e Prestiti di 150 milioni e dilazionata la scadenza al 2020 (rispetto a marzo 2014 del precedente) ed è firmato il contratto per terzo lotto con piena copertura economica e risoluzione di diverse questioni tecniche che erano ancora pendenti. “Un PEF che razionalizza, riorganizza e sposta i costi dall’aumento dei pedaggi alla contribuzione pubblica – ha concluso Serracchiani – ha una valenza fondamentale per i cittadini della nostra regione e mette al sicuro la realizzazione di un’opera strategica e fondamentale”. Con il nuovo PEF i pedaggi saranno legati quindi al solo andamento dell’inflazione in linea con le scelte nazionali del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT) che da un anno sta privilegiando la via dei mancati aumenti o delle riduzioni ove possibile.

Lascia una replica

Inserisci il tuo commento!
Per piacere insierisci qui il tuo nome

Gli articoli più recenti: