mercoledì, 14 Aprile 2021
Home Curiosità Le voci amiche

Le voci amiche

E’ una struttura complessa, la rete autostradale, dove la tecnologia svolge un ruolo determinate. Tutte le piste di ingresso e di uscita prive di esattore, ad esempio, sono gestite attraverso un sofisticato sistema che fa capo all’Mct (Monitoraggio Centralizzato di Tratta), una sorta di centrale operativa, attiva ventiquattro ore su ventiquattro dalla quale gli operatori dialogano con i caselli e le singole piste, risolvendo in tempo reale, tante piccole/grandi anomalie. Dotate di apposite telecamere, le piste automatiche sono collegate con le postazioni dell’Mct i cui operatori possono così vedere, in tempo reale, cosa accade e intervenire tempestivamente. C’è l’utente che privo di telepass imbocca la corsia riservata ai mezzi dotati del dispositivo, quello che non riesce a pagare perché la cassa non accetta le banconote, quello che al momento del pagamento si accorge di non disporre di sufficiente denaro contante e, ancora, quello che sceglie la corsia riservata alle carte di pagamento pur non disponendone. Ogni operatore (sono 9 in tutto), gestisce centinaia di “anomalie” al giorno, attraverso il collegamento vocale. Tutte le piste automatiche, infatti, sono dotate di un pulsante che con una semplice pressione, mette in collegamento l’utente in difficoltà, con l’operatore dell’Mct.

Lascia una replica

Inserisci il tuo commento!
Per piacere insierisci qui il tuo nome

Gli articoli più recenti: