lunedì, 25 Ottobre 2021
HomeTrafficoTraffico sotto controllo con i droni

Traffico sotto controllo con i droni

Nati come velivoli per combattere, i droni sono degli aeromobili a pilotaggio remoto (APR) che non necessitano di un pilota a bordo, ma vengono controllati ? tramite radiocomando ? da un pilota che si trova a terra e ne dirige i movimenti. Dotati di videocamera, sono noti soprattutto per le riprese dall’alto che offrono suggestive panoramiche e mappature dei territori e per quelle, veramente affascinanti, realizzate volando all’interno di edifici storici, cattedrali, antichi manieri, perfino famosi musei. Versatili e relativamente semplici da utilizzare, entro breve i droni potrebbero “fare le scarpe” ai piccoli aerei o agli elicotteri in un ambito piuttosto importante: il monitoraggio del traffico. Dotati di apposite telecamere e utilizzando il sistema GPS, possono essere impiegati per l’analisi delle code, per il rilievo degli incidenti e per tutto ciò che riguarda il controllo del traffico stradale. In Olanda, di recente, il ministero delle Infrastrutture e dell’Ambiente ha utilizzato tre droni Altura Zenith ATX 8 per monitorare il traffico diretto al Concert at Sea Festival di Zeeland. I droni hanno tenuto sotto controllo una superficie di 30 chilometri quadrati e hanno trasmesso a terra i dati attraverso una robusta rete wireless fornita da T-Mobile. I droni, gestiti dalla società olandese OmniworkX, sono stati impiegati per ottenere una migliore comprensione sulla dinamica degli ingorghi durante la festa che ha attirato più di 80 mila persone. Le scuole universitarie professionali hanno fornito assistenza, in particolare su strade dove c’era molto il traffico aggiuntivo a causa di questo evento speciale: volontari dotati di una connessione livestream potevano vedere il traffico ripreso dai droni in tempo reale e reindirizzare il flusso lungo un percorso più veloce. Esperimento riuscito, quindi, a conferma dell’utilità di questo velivolo anche per la viabilità. Anche in Italia si stanno avviando le prime sperimentazioni, tenendo conto che questo ambito è veramente agli albori e quindi anche la legislazione che lo regolamenta è “freschissima”. Il regolamento emanato dall’Enac (ente nazionale per l’aviazione civile), per i “Mezzi aerei a pilotaggio remoto” è entrato in vigore il 15 settembre con l’obiettivo di rendere più sicuro l’utilizzo dei droni.

Lascia una replica

Inserisci il tuo commento!
Per piacere insierisci qui il tuo nome

Gli articoli più recenti: