martedì, 22 Giugno 2021
Home Attualità Guidare in autostrada A34. Un’autostrada sempre più internazionale

A34. Un’autostrada sempre più internazionale

Un percorso nuovo, di solito, fatica ad essere utilizzato. Diversi i motivi: siamo tutti pigri e preferiamo non “cambiare strada”; gli itinerari per raggiungere un determinato luogo sono così radicati – soprattutto se utilizzati da lungo tempo – che assumono quasi la caratteristica di automatismo; i navigatori non aggiornano di frequente le mappe; gli utenti nemmeno. Un’eccezione alla regola è rappresentata dall’autostrada A34 Villesse-Gorizia, aperta completamente al traffico nell’ottobre 2013 è diventata rapidamente il percorso privilegiato dai turisti che quest’estate hanno scelto la costa dalmata per le loro vacanze. I dati parlano chiaro: nel periodo estivo, le entrate al casello di Villesse sono cresciute del 16 per cento, le uscite del 9, 36 per cento. Un incremento di transiti che conferma il gradimento per la nuova infrastruttura, risultata anche determinante per alleggerire ? e non di poco ? la pressione sulla A4 e sulla barriera di Trieste Lisert, dove le code, infatti, quest’estate sono state decisamente meno lunghe del solito.  Con la A34, il Friuli Venezia Giulia ora può contare su  due diversi itinerari anche per le merci in transito da e per il Centro e l’Est Europa: la direttrice  Trieste – Lubiana attraverso il valico di Fernetti e Trieste- Capodistria attraverso il valico di Rabuiese, oppure la A34, che si collega rapidamente al sistema autostradale sloveno. Notevoli i vantaggi anche per  la Sdag spa, il sistema autoportuale di Gorizia, struttura situata nel punto d’incontro di diverse direttrici di traffico da e per il Centro Europa, a poca distanza dal sistema portuale dell’Alto Adriatico e dell’Aeroporto di Ronchi dei Legionari.

Lascia una replica

Inserisci il tuo commento!
Per piacere insierisci qui il tuo nome

Gli articoli più recenti: